fbpx

Breve storia delle batterie al litio: cosa sono e come funzionano

Con le batterie al litio il futuro diventa…ricaricabile! 

Hanno vinto il Premio Nobel per la chimica nel 2019 e sono state dichiarate il futuro della mobilità elettrica. M. Stanley Whittingham, John B. Goodenough e Akira Yoshino: sono i nomi dei creatori di questa straordinaria rivoluzione che ha cambiato (e continuerà a farlo nei prossimi anni) il nostro modo di comunicare, lavorare e muoverci. Le batterie al litio, il cui nome scientifico corretto è accumulatori agli ioni di litio, rappresentano una soluzione innovativa e sostenibile che anticipa il futuro della mobilità elettrica

Cosa sono e come funzionano le batterie al litio 

Prima di tutto: cos’è il litio? Indicato con il simbolo Li e con il numero atomico 3, è un elemento chimico appartenente alla famiglia dei metalli alcalini. Si tratta del metallo solido più leggero ed è la sostanza che permette il funzionamento delle batterie, grazie agli ioni che la compongono. 

Le batterie al litio sono dispositivi ricaricabili, impiegati soprattutto nel campo dell’elettronica. Rispetto alle tradizionali batterie al piombo, sono più compatte e leggere, e possono essere ricaricate diverse volte senza diminuire l’efficienza. Le batterie al litio sono capaci di accumulare e rilasciare energia elettrica. Questa qualità è resa possibile dal flusso degli elettroni – conduttori di corrente elettrica grazie agli ioni che si disciolgono al loro interno – attraverso due elettrodi, uno negativo (anodo di carbonio) e uno positivo (catodo di ossido metallico). 

Un po’ di storia delle batterie al litio 

M. Stanley Whittingham può essere considerato a tutti gli effetti il padre delle prime batterie al litio. Negli anni 70, quando lavorava nei laboratori della Exxon, sviluppò una tecnologia in grado di immagazzinare energia nelle batterie ricaricabili, semplicemente sfruttando il litio. Purtroppo, la batteria risultò poco pratica, a causa dell’alto rischio di esplosione dovuto all’instabilità del litio. Tutto cambiò con l’arrivo di John B. Goodenough, che nel 1991 creò la prima batteria Li-Ion di Sony, e di Akira Yoshino, che eliminò il litio in forma pura dalle batterie e lo sostituì con gli ioni di litio.

Il loro intervento trasformò le batterie al litio in un prodotto commerciale alla portata di tutti, aumentandone la potenza, la durata e la sicurezza. Oggi le batterie al litio sono utilizzate in diversi campi, dai laptop ai telefoni cellulari, fino alle macchine industriali e ai veicoli elettrici

Scopri le batterie del domani con il fattore X di XBW! 

Oggi i veicoli elettrici esigono performance di alto livello, in grado di adattarsi alle diverse esigenze del tuo prodotto. Più autonomia, minori costi di manutenzione e tempi brevi di ricarica: sono questi i risultati garantiti dalle batterie al litio XBW. Grazie alla rivoluzione tecnologica del fattore X e alla carica ULTRA FAST, le nostre batterie sono la scelta ideale per chi non ha tempo da perdere.

Con XBW hai a disposizione quattro differenti tipologie di celle al litio, per trovare la soluzione su misura per il tuo prodotto. Questo è possibile perché conosciamo, collaudiamo e sviluppiamo ogni dettaglio delle nostre batterie. La rivoluzione di XBW avanza ogni giorno con nuove ricerche e soluzioni innovative adatte ad un mercato sempre più competitivo. 

Lascia un commento